L’ Italia rischia di fare la fine della Grecia: soltanto noi possiamo cambiare gli eventi!

01/17/2023 0 Di Samu

Tutti i giornali del mainstream in questi giorni stanno parlando delle accise e del prezzo del carburante nuovamente salito alle stelle. Ricordate quando la Meloni nel 2016 proponeva di tagliare le accise sul carburante, dicendo che se avrebbe governato lei, un giorno, avrebbe provveduto subito a effettuare questo taglio?

Le accise sono ormai roba vecchissima, che non hanno più senso di esistere…molti hanno creduto alle false promesse della Meloni nel lontano 2016, ma adesso devono chiaramente prendere atto che nulla é stato fatto al riguardo!

Oltre alle accise, il governo continua a tartassare la popolazione su tutti i fronti, notiamo anche che il reddito di cittadinanza ormai é destinato ad avere vita breve perché verrà tolto a luglio 2023, quindi un dramma per tutti quei percettori che non sono in condizioni di lavorare. Secondo il nuovo governo Meloni, il reddito di cittadinanza non é servito a nulla, é stata una spesa superflua e non ha integrato le persone nel mondo del lavoro. Per rinforzare la loro tesi, poi, ci hanno pensato i media che nelle loro trasmissioni tv stanno dipingendo l’italiano come un fannullone che non merita tale sussidio…tutte scuse per non ammettere che in realtà il lavoro non c’é e quel poco che viene proposto non é affatto dignitoso!

Immaginiamo, quindi, questi flussi di denaro che vengono tagliati alla popolazione dove verranno poi spostati!…Altre nazioni in passato, vedi la Grecia, sono state portate alla fame e per rendersene conto basta farsi un giro per le strade della capitale, Atene, in cui vedremmo solo negozi chiusi ed attività fallite. La Grecia già da tempo é in grave difficoltà e credo che neanche tra vent’anni riuscirà a rimettersi al passo con un’economia degna della nazione.

E sembra proprio che la stessa situazione sia destinata anche all’ Italia: i governi con la creazione di nuove leggi e buoni propositi per la nazione,”camufferanno” le loro vere intenzioni, cercheranno di convincere tutti noi che stanno lavorando per aiutare le piccole-medie imprese, migliorare la situazione economica e creare nuovi posti di lavoro per combattere la disoccupazione. I politici utilizzeranno i media per distrarre l’opinione pubblica dai veri problemi, mentre andranno avanti indisturbati verso il loro piano di distruzione economica del nostro Paese.

Ma cosa possiamo fare noi cittadini per uscire da questa situazione di stallo? Innanzitutto non dobbiamo aspettare, arrivare al punto in cui ci mancherà il pane per sfamare i nostri figli per muoverci, ma cerchiamo di aprire gli occhi e di usare il cervello ora! Questo significa che dobbiamo prima di tutto iniziare a capire il motivo per cui la situazione del nostro Paese é scesa così in basso, sotto tutti i punti di vista: finanziario, commerciale, geopolitico, sociale etc.

Solo dopo aver preso coscienza di ciò potremo successivamente studiare e approfondire quei meccanismi che i politici usano per prenderci in giro, ad esempio il signoraggio bancario, la sovranità monetaria e la favola del debito pubblico raccontata dai governi. Tutti strumenti in mano ai “potenti” per schiavizzare la popolazione, e solo conoscendoli e analizzandoli possiamo iniziare a contrastare un sistema basato sul potere e sul globalismo, che fa gli interessi dei ricchi a discapito dei cittadini. Il vero mondo non é quello che loro vogliono farci vedere!

Samu-News.